PERSEO&MEDUSA
una storia antica

L'isola del Giglio

Mi trovavo all’Isola del Giglio in un Aprile per un breve periodo di vacanza. Una mattina, molto presto, stavo facendo una passeggiata da solo lungo la piccolissima strada a picco sul mare che da Giglio Castello conduce al faro di Capelrosso.
Ad un certo punto, completamente affascinato dalla quiete, dal silenzio e dalla maestosità che mi trovavo di fronte, fermai il mio passo e mi affacciai, in un momento di riflessione, verso il mare.
Pensavo di vedere sotto di me, al di la del dirupo, a margine della strada, la scogliera ed il mare.
Ed invece tra la piccola strada dove mi trovavo e la scogliera, c’era un piccolissimo vigneto che,circondato dalla macchia mediterranea anticipava il mare e la scogliera e, forse, nei giorni di libeccio, gli spruzzi dell’onda che si infrange sugli scogli arrivavano ad inumidire quella piccola vigna che, incredibilmente, si sviluppava in quei lembi di poca terra in mezzo a quei massi che poco al di sotto divenivano scogliera.

La lotta

Al margine di questo piccolo vigneto c’era un uomo. Un vecchio chinato verso terra che con una falce arrugginita cercava di tagliare un rovo: uno pianta spinosa che, strisciando, dalla macchia mediterranea adiacente, cercava di riconquistare il vigneto da cui, probabilmente in un’ epoca che si perde nella notte dei tempi, era stato estirpato quando l’uomo eradicò, con il solo sudore e senza la possibilità di utilizzare mezzi meccanici data l’impervietà del terreno, quel lembo di macchia mediterranea per realizzarvici quel piccolo vigneto.
Quel vecchio probabilmente aveva ricevuto quel vigneto dal padre che lo aveva ricevuto dal nonno che lo aveva ricevuto a sua volta da chissà quante generazioni data la fiera gelosia con la quale gli isolani mantengono i loro piccoli vigneti.
Pensai che quell’uomo, quel vecchio, che combatteva con quel rovo, fosse un eroe.
E se era un eroe, quale eroe poteva essere?
Di certo, mi dissi, è Perseo che lotta con Medusa.
Cerca di tagliare la testa di Medusa perché, i capelli di lei, costituiti da serpenti striscianti, pur tagliati, rinascono senza fine. Ed allora lui cerca di tagliare la testa di Medusa, come quel vecchio la radice del rovo, senza guardarla in faccia per non rimanere pietrificato dal suo sguardo come invece era toccato ai danei ad agli eroi che prima di lui avevano tentato di uccidere la Gorgone Medusa.
Perseo vinse alla fine alla sua battaglia ed alzò fiero la testa di Medusa.
Quel vecchio invece non vincerà mai la sua battaglia perché il rovo ricrescerà sempre intorno al suo piccolo vigneto e cercherà di riconquistarlo in una sfida eterna tra l’uomo e quella natura.
Ma le gesta di quel vecchio non erano da meno di quelle di Perseo.
Così l'epica di quel momento mi fece capire perchè quelle piccole produzioni sono chiamate da "viticoltura eroica".

Il Vino

Nessun attrezzo meccanico, nessuna tecnologia, nessun pesticida, niente di niente, solo il sudore ed il sale del mare che netta i parassiti e le malattie che aggrediscono la vigna già comunque purificata dalla siccità.
Ed allora mi dissi, questo è il vino che voglio produrre. Lo chiamerò Perseo&Medusa.
Cominciai nei giorni seguenti a girovagare per le piccole cantine dell’Isola del Giglio finchè trovai due ragazzi meravigliosi, Giovanni e Simone, che producevano un vino eccezionale senza però invecchiarlo ed affinarlo.
Quel vino è l'ansonica, un bianco vinificato però come il rosso. Del tutto naturale, dove oltretutto grazie alle peculiarità ambientali anche l'uso di solfiti è estremamente limitato. È molto corposo, ha circa 14 gradi, ma puoi berne una bottiglia e non stare male grazie all'assenza della chimica in ogni fase di crescita del grappolo nella vigna e nella successiva lavorazione in cantina.
Assaggiando qualche bottiglia di quel vino mi accorsi che esprimeva il massimo dopo 24/36 mesi di affinamento in bottiglia e decisi anche di provarlo a ripassare sei mesi in barrique di cipresso.
A mio avviso il risultato è straordinario e pur conoscendo tutti i migliori bianchi del mondo difficilmente ne trovo uno all'altezza di questo.

Perseo & Medusa S.R.L.S.
P.I. e C.F.: 01444850521

Sito realizzato da Studio Morriconi